Close

Questo sito utlizza cookie. Puo' leggere come li usiamo nella nostra Privacy Policy.

+39 055 2321242 - +39 338 9905888
info@lecasedigaia.it
 
05-03-2014

Le ultime novitą sulla certificazione energetica degli immobili: piena applicabilitą della legge anche in Toscana

Lo scorso 13 settembre la Regione Toscana ha confermato la piena applicabilitą della normativa nazionale anche sul nostro territorio sia per quanto riguarda gli obblighi che per le sanzioni. Riassumiamo ad uso dei proprietari di immobili i principali adempimenti previsti.

 

OBBLIGHI

· Obbligo del proprietario di dotare l’immobile posto in vendita, locazione o soggetto a cessione a titolo gratuito di un Attestato di Prestazione Energetica (APE)

· Obbligo di rendere disponibile tale attestazione fino dall’inizio della trattativa con obbligo di consegna di copia alla controparte alla conclusione della trattativa stessa.

· Obbligo di allegare copia dell’attestato ai contratti di compravendita, locazione, cessione a titolo gratuito pena la nullità dei contratti stessi.

Ricordiamo a tale proposito che, per quanto riguarda la registrazione dei contratti di locazione, l’Agenzia delle Entrate di Firenze consideri la copia dell'attestato alla stregua di un allegato soggetto a marca da bollo di euro 16,00 ogni 4 pagine o 100 righe.
In caso di registrazione telematica è necessario indicare la presenza dell’allegato ed effettuare il pagamento del relativo bollo.
In caso di opzione cedolare secca l’indirizzo dell’Agenzia delle Entrate di Firenze è quello di considerare l’allegato non soggetto a bollo.
Teniamo a precisare che questi indirizzi provengono dalla direzione provinciale di Firenze, validi pertanto nel territorio di propria competenza. Invitiamo chi dovesse effettuare operazioni in altre province a verificare con gli uffici dell’Agenzia delle Entrate territorialmente competenti.

· Obbligo di riportare nell’annuncio di vendita o di locazione gli indici di prestazione energetica dell’involucro e globale dell’edificio o dell’unità immobiliare e la classe energetica corrispondente.

Ricordiamo che definizioni del tipo “APE in fase di realizzazione “ o simili sono del tutto inefficaci e non costituiscono il rispetto della norma in caso di controlli.


SANZIONI

Il controllo sull’applicazione della norma è affidato ai Comuni, quindi, in primis, alla Polizia Municipale.

Per la messa in vendita di un immobile privo di APE è prevista una sanzione a carico del proprietario da 3.000 a 18.000 euro. 

Per la locazione di un immobile privo di APE è prevista a carico del proprietario una sanzione da 300 a 1.800 euro.

Per la mancata esposizione sugli annunci di vendita di classe energetica e indice di prestazione energetica sono previste sanzioni a carico del responsabile dell’annuncio (l’agente immobiliare) da 500 a 3.000 euro.


credits:  Fimaa Confcommercio Firenze 

 

L ' A.P.E. (prima delle modifiche del decreto 63/2013 veniva chiamato A.C.E.) è un documento che descrive le caratteristiche energetiche di un edificio, di un abitazione o di un appartamento. E' uno strumento di controllo che sintetizza con una scala da A a G le prestazioni energetiche degli edifici. Al momento dell' acquisto o della locazione di un immobile, oltre ad essere obbligatorio, è utile per informare sul consumo energetico e aumentare il valore degli edifici ad alto risparmio energetico. L' Attestato di Prestazione Energetica (APE) non va confuso con l' Attestato di Qualificazione Energetica (AQE).

 

 

Seguici su Facebook! Puoi commentare questo post sulla nostra fanpage su FaceBook!